La cogenerazione

Con il termine “cogenerazione” si intende la produzione combinata in un unico sistema di energia elettrica ed energia termica.

Il principio su cui si basa tale procedimento, infatti, è quello di recuperare il calore generato durante la produzione di energia elettrica, che altrimenti verrebbe disperso con i fumi di scarico, e di riutilizzarlo come energia termica.

Cio’ comporta notevoli vantaggi sia per la minore quantità di combustibile utilizzato nella produzione dei due tipi di energia (circa 30 - 40% in meno), sia perchè si risparmiano le immissioni di anidride carbonica nell’atmosfera per circa 450g (Fonte COGENEUROPE Bulletin).

Perciò, con la cogenerazione, ogni volta che un generatore trasforma in energia elettrica l’energia meccanica fornita da un motore solitamente alimentato a metano (ma anche a Olio vegetale, Biogas, Gpl e Gasolio), il calore di scarto viene

recuperato con uno “scambiatore” e, a seconda del tipo di impianto, viene riutilizzato per soddisfare qualsiasi tipo di utenza termica.

In particolare il sistema di recupero termico prevede tre tipi di scambiatore:

  • uno scambiatore aria-impianto – acqua-utenza, che recupera il calore dei fumi di scarico;
  • uno scambiatore acqua-impianto – acqua-utenza, che recupera il calore del liquido di raffreddamento del motore;
  • uno scambiatore olio-impianto – acqua-utenza, che recupera il calore dell’olio del motore.